martedì 10 aprile 2012

Pangiallo

Buongiorno a tutti!!!
Come avete passato la Pasqua e Pasquetta? Io molto bene!
Purtroppo nei giorni passati sono stata un po' impegnata e non sono riuscita a passare nei vostri blog! Ho dato un'occhiata velocemente e ho visto che avete postato un sacco di ricette buonissime!!! ^_^

Io come al solito, sono in ritardo e vi posto una ricetta tipicamente Pasquale delle mie zone.


In questo periodo si usa mangiare il Pangiallo, un pane tipico di qui chiamato così perchè grazie all'uso dello zafferano questo pane assume un bel colore giallo. Non so se dalle vostre parti esiste una cosa simile magari con un nome diverso.
A me piace davvero molto, si usa mangiarlo la mattina di Pasqua con l'uovo benedetto. Si abbina benissimo!!!
Non è un pane dolce ma l'uvetta gli conferisce quel sapore dolciastro ma che si abbina benissimo al salato tipo salumi, formaggi o uova.

Passo alla ricetta!!!
La dose è per circa 2 pagnotte da 1kg.

  • 500g farina 0
  • 500g manitoba
  • 1 uovo
  • 100g lardo o strutto
  • 1,5g zafferano (io uso i pistilli ma va bene anche lo zafferano in polvere)
  • sale
  • pepe (se possibile macinato al momento)
  • qb olio evo
  • qb acqua
  • 1 cubetto di lievito di birra (io ho usato il lievito madre essiccato)
  • qb uvetta ( 2 bustine da 250g)
Io ho fatto tutto il procedimento con la planetaria.
Mettere in ammollo in 1 bicchiere di acqua tiepida lo zafferano.
Ammollare anche l'uvetta in acqua tiepida.
Tritare molto finemente il lardo e farlo sciogliere in un pentolino a fuoco molto basso.
Nella planetaria, con il gancio per impasti, mettere la farina con l'uovo e iniziare a mescolare.
Aggiungere poi il lardo o strutto sciolto e lo zafferano con tutta la sua acqua e mescolare.
Sciogliere il lievito di birra con un po' di acqua tiepida e aggiungere anche questo. Amalgamare bene.
Aggiungere anche l'uvetta ben strizzata.
Mettere una bella manciata di sale e altrettanto di pepe.
Aggiungere anche l'olio di oliva, circa 1 bicchiere. Se vedete che l'impasto ancora è molto sodo aggiungere acqua tiepida tanta fino a che l'impasto non avrò assunto la consistenza dell'impasto della pizza.
Se vogliamo un impasto molto friabile mettere più olio evo.
Togliere l'impasto dalla planetaria e impastare un po' con le mani per renderlo più uniforme.

A questo punto pesare l'impasto e dividerlo in 2 pagnotte di peso più o meno uguale.
Mettere a lievitare in due ciotole separate, coperte con un canovaccio inumidito, fino al raddoppio. Circa 1 ora.
Trascorso questo tempo, riprendere le pagnotte e impastare di nuovo per 1 minuto. Dargli la forma rotonda e fare 1 taglio a croce su ciascun pagnotta. Metterle a lievitare in due teglie separate, che avrete oleato. 
Far lievitare coperte per 30-40 minuti.
Passato questo tempo cuocere in forno ventilato a 170°C fino a che non saranno cotte, nel mio caso ci ho messo 1 ora per pagnotta.
Lasciar raffreddare molto bene, anzi mangiare questo pane 24 ore così tutti i sapori si saranno amalgamati bene.

Ve lo consiglio è davvero squisito!!!


Non limitatevi ad aggiungere sale e sopratutto pepe perchè questo pane deve avere un po' quel piccantino conferito dal pepe!


PS. Fra pochissimo ho in serbo per voi una bellissima sorpresa....perciò preparateviiiii!!!!!
Ciaooo, alla prossima!!! ^_^


20 commenti:

renata ha detto...

CIAO VANE!!!!
E che bellissimo pane giallo..da me non esiste... ma la ricetta la segno e mi attacco volentieri alla vostra di tradizione che mi piace veramente!!!!!!In attesa della sorpresa
Un bacio grande bimba

isaporidelmediterraneo ha detto...

W la tradizione e questo pane stupendo.
A presto

Valentina ha detto...

Ciao Vane!!
Come stai? Sono contenta che hai passato delle belle giornate e spiace anche a me di non essere riuscita a farti gli auguri in tempo ma mi perdoni vero?? :)
Questo pane deve essere Buonissimo, non conosco qualcosa di simile dalle mie parti ma considerando che mi piace molto il gusto dello zafferano mi piacerebbe senz'altro il tuo pane giallo anche perché l'aspetto parla da solo..complimenti tata!!
E poi le tradizioni son sempre tradizioni e riescono a dare molto al piatto!!
Ti ho scritto una mail un Po urgente,appena puoi risp!
A presto un bacioneeee

PanDiZenzero ha detto...

Questo pane proprio non lo conoscevo, ma mi sembra davvero molto buono!!! Impaziente di conoscere la sorpresa.....un bacio!!

Stefania ha detto...

Vane che fantastico pane, non lo conoscevo ma ha il colore del sole e una bontà super. complimenti cara, un abbraccio

nonna papera ha detto...

beh! ti si perdona...sei tornata con una ricetta curiosissima, proverò sicuramente a fare il pane con lo zafferano...mi ispira!
Ciao!

Ombretta ha detto...

Ciaooo!!! Ma che bello questo pangiallo non lo conoscevo mica ! Ma mi incuriosisce il sapore visto che c e' l uvetta ma non e' dolce! Hai in serbo una sorpresa?! Sono curiosa:-D

Pasticciando con Rosy ha detto...

non conoscevo questo pane giallo, l'aspetto è delizioso. da provareee :)

Morena ha detto...

Non ho mai assaggiato il pane con lo zafferano e non sai quanto mi attira la tua ricetta!!!!! La proverò sicuramente!
Hai in serbo una sorpresa???? Sono curiosissima,non ce la faccio ad aspettare... un indizio????

Giovanna ha detto...

fantastico una fetta la mangerei

Caro ha detto...

che bella questa ricetta! :) non lo conoscevo il pangiallo! :) un bacio, a presto Vane! :)

Le Ricette di Tina ha detto...

Ciaoo tesoro che buona ricetta!le mie festività son state un disastro hihihihi..aspetto con ansia la sorpresa!!ciaoo

*VaNe* ha detto...

*Renata: Ciao!!! Grazie! è un dolce tipico della mia zona, ma da paesino in paesino varia la ricetta.
Se lo provi fammi sapere!!!
Vedrai la sorpresa arriverà presto.... ;-)
Un bacio!

*isaporidelmediterraneo: Grazie!!! Un bacione!!!

*Valentina: Ciao bella! Ma certo che ti perdono, figurati!!! Ahaha, grazie!!! Lo zafferano si sente molto...ma è buonissimo!
Un bacione!!! Ci sentiamo presto... ;-)

*PanDiZenzero: Grazie!!! Vedrai non dovrai aspettare a lungo! ;-)

*Stefania: Ciao!!! Grazie mille! Un abbraccio anche a te!

*NonnaPapera: Ahahah allora grazie!!! Se lo provi fammi sapere!!! ^_^
Un bacio!

*Ombretta: Ciao! Beh...dai commenti mi sà che è proprio un pane che usa dalle mie parti!!! Si il sapore è veramente buono,ma non è dolce!
Un bacione!

*PasticciandoConRosy: Grazie mille!!! ^_^

*Morena: Ciao! Se la provi fammi sapere! Vedrai ti piacerà! ;-)
Aahah...un indizio..???
Mmm...ho bisogno di tutte voi! ;-)
E speriamo di non aver rivelato troppo! hihi! Ciao!

*Giovanna: Ciao! Grazie...beh vieni che te ne offro una! ;-)

*Caro: Grazie!!! Un bacione!

*Tina: Ciao! cosa è successo??!! Spero nulla di grave ma solo una giornata storta!
Un bacione!

Antonella Leone ha detto...

Mmmm sembra ottimo!

laura galeazzi ha detto...

davvero molto interessante questo tuo pangiallo, mai sentito, ma dall'aspetto sembra buonissimo. Grazie per la tua visita sono corsa a ontraccambiare, mi piace conoscere sempre blog nuovi. a presto allora baci laura

Lauradv ha detto...

Il pangiallo non lo conoscevo proprio. Mi salvo la ricetta per la prossima pasqua :)

Federica ha detto...

Io lo conoscevo di nome ma non l'ho mai assaggiato e non sapevo fosse tipico del periodo pasquale. Adoro lo zafferano e mi intrica davvero un sacco. Bacioni, buona serata

Le Ricette di Tina ha detto...

Ciao tesoro bello buon w.e.

La cuoca Marzolina/Casa Marzolina ha detto...

Diventi sempre più brava!!

*VaNe* ha detto...

*Antonella: Grazie!!!

*Laura: Grazie! è molto buono!!!

*Lauradv: Ok...poi mi farai sapere!!! ^_^

*Federica: Sì è tipico del periodo pasquale, per lo meno dalle mie parti! Un bacio!

*La cuoca Marzolina: Ma grazie!!! Io lo spero...! ^_^ Un bacio!